DUE GRANDI EVENTI

NEI MESI DI SETTEMBRE E OTTOBRE

SETTEMBRE E OTTOBRE

Tre seminari imperdibili sul mondo del gatto: 

- 23.09 Primo seminario "IL MONDO DEL GATTO". Le fasi di vita, i sensi.

- 21.10 Secondo seminario "IL GATTO NEL MONDO". I bisogni, prima parte sulla comunicazione".

- 28.10 Terzo seminario "IL GATTO E L'UOMO". Seconda parte sulla comunicazione, la gestione del gatto in casa e dal veterinario.

Per info conosciamoilgatto@gmail.com

OTTOBRE

Sabato 7 Ottobre negli spazi delle Murate festeggiamo a Firenze il World Animal Day, giornata mondiale rivolta ad accrescere l'empatia delle persone verso tutti gli animali. La Pro Animals ,Membro del CAART, Coordinamento Associazioni Animaliste Regione Toscana, parteciperà con un banchino informativo sulle proprie attività. Troverete informazioni, foto dei nostri animali da adottare. 

Benedetta Ciottoli,nostra Socia e  Educatore  Cinofilo ci parlerà nel pomeriggio al Caffé Letterario di un argomento importante: " Arriva un cane in famiglia,consigli e suggerimenti "

Gabriella Costa ,nostra Socia e organizzatore dell'Evento ci parlerà del CAART ,delle nostre battaglie animaliste e dell'importanza dell'essere uniti in un Coordinamento. Ricordate che la mattina alle 9.30 ci sarà una Passeggiata a 6 zampe con premi a tutti i partecipanti ! 

Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Animale

Considerato che ogni animale ha dei diritti; considerato che il disconoscimento e il disprezzo di questi diritti hanno portato e continuano a portare l' uomo a commettere crimini contro la natura e contro gli animali; considerato che il riconoscimento da parte della specie umana del diritto all'esistenza delle altre specie animali costituisce il fondamento della coesistenza delle specie nel mondo; considerato che genocidi sono perpetrati dall' uomo e altri ancora se ne minacciano; considerato che il rispetto degli animali da parte degli uomini è legato al rispetto degli uomini tra loro; considerato che l'educazione deve insegnare sin dall'infanzia a osservare, comprendere, rispettare e amare gli animali.
Continua a leggere

 
 

L'anno scorso abbiamo fatto

Seppure gocce nel mare, ciascuno di questi interventi ha contribuito a mantenere viva la speranza e la voglia di lottare in chi ha avuto bisogno di aiuto. Naturalmente ciascuno di questi interventi è documentabile perchè la totale trasparenza è la nostra bandiera e il nostro orgoglio.

  • Febbraio: consegnato un carico di cibo alla gattara Amelia che accudisce oltre 60 gatti ed alcuni cani a Figline Valdarno. 
  • Febbraio: inviato un aiuto all’associazione La Voce degli Animali Fauglia/PISA) per le cure mediche urgenti ad una cagnolina da caccia trovata randagia in condizioni disperate (carcinomi mammari diffusi). 
  • Febbraio: inviato un aiuto economico al Rifugio Cirafici a Misilmeri (Palermo) per i 170 cani che da giorni erano senza cibo e per alcune urgenti analisi mediche .
  • Febbraio: inviato un aiuto economico all’Associazione Cuore di Cane di  Daniela Rosa B. per le cure ed il cibo ad una colonia di gatti alla periferia di Roma.
  • Marzo: pagate le cure veterinarie per il cane Modì, gravemente ammalato che è stato tolto quasi morente da un Canile in provincia di Firenze e trasferito in stallo a nostre spese a Torino presso una volontaria che lo ospita

Continua a leggere

 

"Esistono uomini che portano su di sé il dolore del mondo.
Quando vedono pesci rossi nei sacchetti dei Luna Park non riescono più a respirare e vedono orribili facce ridenti deformate dall'acqua. 
Uomini che guardano foto di esseri viventi maltrattati e ne sentono, in maniera accecante e assordante, le urla, il panico, la sofferenza. C'è chi li considera santi o fanatici e chi, semplicemente, afferma che sono persone troppo buone per riuscire a sopravvivere senza impazzire. "
Dal libro Acid Lethal Fast, di Astor Amanti 

 

Oggi ho salvato un essere umano

OGGI HO SALVATO UN ESSERE UMANO 
I nostri sguardi si sono incontrati quando lei ha percorso il mio corridoio ed ha guardato nella gabbia. 
Ho percepito subito il suo bisogno e sapevo di doverla aiutare. Ho scodinzolato, non molto forte, perché non si spaventasse. 
Quando si è fermata alla mia gabbia, ho impedito che il suo sguardo andasse dietro di me, per non farle vedere il piccolo incidente che mi era capitato. Non volevo che venisse a sapere che oggi non mi avevano portato fuori. A volte le persone qui hanno così tanto da fare, e non volevo che avesse di loro una brutta impressione.  
Quando ha letto la scheda con la mia descrizione, ho sperato che il mio passato non la rattristasse. Io posso soltanto guardare avanti e vorrei essere importante e significare qualcosa per qualcuno. Si è piegata verso di me e mi ha mandato dei baci leggeri. Io ho premuto le spalle e la testa contro la rete, per poterla toccare. Mi ha accarezzato la nuca con la punta delle dita, così morbide e leggere, ha avuto subito bisogno di compagnia.  Una lacrima è scesa sulla sua guancia ed io ho alzato la zampa, per assicurarle, che tutto sarebbe andato bene. Dopo poco la porta della mia gabbia si è aperta ed il suo sorriso mi ha così illuminato, che sono subito saltato fra le sue braccia.  
Le ho promesso che sarebbe sempre stata sicura con me. Le ho promesso che l'avrei sempre accompagnata. Le ho promesso che avrei fatto di tutto, per vedere sempre il suo sorriso smagliante ed un luccichio nei suoi occhi.
Ho avuto la fortuna, che lei passasse dal mio corridoio. Là fuori ci sono molti altri essere umani, che ancora non hanno attraversato questi corridoi; ancora così tanti, devono essere salvati. Io ne ho potuto salvare almeno uno.   
OGGI HO SALVATO UN ESSERE UMANO.  
(Anonimo)

 
 

Il giornale dei gatti

I gatti hanno un giornale 
con tutte le novità
e sull’ultima pagina 
la “Piccola pubblicità”.

“Cercasi casa comoda 
con poltrone fuori moda:
non si accettano bambini 
perché tirano la coda.”

“Cerco vecchia signora 
a scopo compagnia.
Precisare referenze
e conto in macelleria.”

“Premiato cacciatore 
cerca impiego in granaio.”
“Vegetariano, scapolo, 
cerca ricco lattaio.”

I gatti senza casa 
la domenica dopopranzo
leggono questi avvisi 
più belli di un romanzo:

per un’oretta o due 
sognano ad occhi aperti,
poi vanno a prepararsi 
ai notturni concerti.

Gianni Rodari da Filastrocche in cielo e in terra, Einaudi 1997